Il viaggio di fine anno in una delle culle del Rinascimento storico e culturale italiano, tra dolci colline appenniniche

PRESENTAZIONE DEL VIAGGIO

Le ruote dei carri
si sono fermate,
alla sera le pipe di cotto
si sono spente
durante la veglia nei pagliai,
i muri sono vecchi
le crepe scendono
come i fulmini.
Il chiodo della meridiana
è cascato.

                      Tonino Guerra (poeta) – (1920-2012)

Cosa unisce una splendida città come Urbino a una località minore come Pennabilli? E’ la poesia dei luoghi, quanto un tempo si definiva il genius loci: nel nostro caso legato a due straordinarie figure, il duca di Montefeltro e Tonino Guerra. Il primo ha saputo trasformare la sua residenza in un luogo unico e speciale, il secondo, poeta atipico, ha usato Pennabilli come luogo in cui spazio e parola si incontrano.

Il nostro viaggio di fine anno ci condurrà pertanto in una delle culle del Rinascimento storico e culturale italiano, a Urbino e a Urbania, e ci permetterà di scoprire un Rinascimento novecentesco legato all’attenzione al territorio e alle piccole cose suscitata dalle parole di Tonino Guerra a Pennabilli.

Esploreremo le dolci colline appenniniche intorno a Pietrarubbia: saranno i panorami che hanno suggestionato Piero della Francesca a coronare la nostra esperienza visiva, che si unirà al racconto del Museo del Montefeltro e al centro voluto da Arnaldo Pomodoro per la formazione dei giovani artisti.

Saremo ospiti dell’Hotel San Domenico nel centro storico di Urbino.

DESCRIZIONE ITINERARIO

Giovedì 29 dicembre – Da Genova a Urbino

 

Si parte!

Con bus riservato raggiungiamo Urbino, con le opportune soste e pranzo libero in corso di viaggio.

La piccola città di Urbino si trova sulle colline marchigiane che si affacciano verso il Mar Adriatico, nell’entroterra di Pesaro. La città visse una grande fioritura culturale nel 15° secolo grazie al mecenatismo di Federico di Montefeltro e di suo figlio Guidobaldo, trasformandosi da borgo medievale a splendida corte principesca e centro d’attrazione per artisti e studiosi italiani e stranieri, tra i quali Piero della Francesca, Leon Battista Alberti, Paolo Uccello, Baldassarre Castiglione e Pietro Bembo.

Inizio della visita alla città e ai suoi monumenti.

Sistemazione in hotel Hotel San Domenico per la cena e il pernottamento.

Venerdì 30 dicembre – Pennabilli

 

Colazione del mattino a buffet in hotel.

Con il nostro bus ci trasferiamo a Pennabilli per una escursione lungo il parco inventato da  Tonino guerra  e da altri artisti, definito i «Luoghi dell’Anima».

Pranzo libero in corso di escursione.

A completare la scoperta di sentimenti intimi e di storie personali la visita al Museo del Montefeltro, che racconta – stanza dopo stanza – lo sviluppo della devozione popolare.

Il sentiero dedicato ai luoghi di Tonino Guerra è un percorso di circa 9 km e circa 300 m di dislivello. Necessarie scarpe trekking.

Cena  e pernottamento in hotel.

Sabato 31 dicembreUrbino 

 

Colazione a buffet in hotel.

La giornata è interamente dedicata alla scoperta dei monumenti, degli scorci e della storia di questo sacrario della cultura italiana rinascimentale: Urbino, la città di Raffaello.

Pranzo a libero in città.

A completamento delle visite del primo giorno oltre al palazzo dei Duchi e alla Pinacoteca delle Marche, sono previste le visite agli oratori di San Giovanni, San Giuseppe e delle Cinque Piaghe.

Cenone rinascimentale di fine anno in hotel.

Domenica 1 gennaio – Pietrarubbia

 

Colazione del mattino a buffet in hotel.

Auguri!

Partiremo nella seconda metà della mattinata per andare a effettuare una escursione nei dintorni di Pietrarubbia e per visitare il museo Tam di Arnaldo Pomodoro.

Alle falde del  Monte Carpegna un magico paesino, sormontato da un antico castello e dotato di un convento presso il quale hanno sostato San Francesco e Garibaldi con la sua Anita.

Itinerario  con 270 m di dislivello e circa 7 km di percorso, necessarie scarpe trekking.

Sosta alla chiesa san Bernardino per visita Mausoleo duchi di Urbino.

Cena e pernottamento in hotel a Urbino.

Lunedì 2 gennaio – Urbania e rientro

 

Colazione a buffet in hotel.

Raggiungiamo Urbania. Il cuore del borgo è sicuramente il Palazzo Ducale, una delle attrazioni principali. Costruito interamente in cotto è uno dei capolavori voluti dal Duca di Urbino Federico II da Montefeltro, il quale sostituì una precedente fortificazione dei Brancaleoni.

Il Palazzo fu costruito dall’architetto Francesco di Giorgio Martini nel 1470.

Pranzo a libero in città.

In prossimità di Urbania il Barco Ducale, con l’antico convento completa la conoscenza della filosofia esistenziale e culturale dei Duchi di Montefeltro.

Rientro a Genova in serata.

Per maggiori informazioni scarica il programma dettagliato

SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO

CONDIVIDI!

CONTATTACI

    TRASPORTI

    SI PARTE DA GENOVA

    Ħ Genova – Piazza della Vittoria lato Inps, ore 7.30

    Ħ Genova – Stazione Principe, ore 7.45

    Ħ Genova – Sampierdarena, via Dino Col ore 7.50

    Possibile organizzare partenze da altre località

    QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 980 euro

    Gruppo minimo 15 partecipanti

    SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA: 210 euro

    ACCONTO: 350 euro

    Prenotazione immediata, necessaria sino ad esaurimento posti disponibili

    Saldo entro il 15 dicembre 2022

    LA QUOTA COMPRENDE

    • Viaggio in pullman 25/50 pax
    • Sistemazione in camera a due letti in hotel ****
    • Colazioni, cene in hotel, bevande escluse
    • Cenone Capodanno bevande incluse
    • Ingressi e visite e monumenti citati in programma
    • Tasse di soggiorno
    • Servizio di accompagnatore e interventi culturali a cura di Flavia Cellerino
    • Polizza assicurativa “medico-bagaglio-annullamento”

    LA QUOTA NON COMPRENDE

    • Gli extra in genere, i pasti di mezzogiorno indicati liberi, le mance
    • Le bevande