L’imponente mole dell’Etna, città medievali dalle architetture laviche, abbazie solitarie, luoghi di delizia antichi, in cui si fondono tutte le stratificazioni culturali

PRESENTAZIONE DEL VIAGGIO

Davanti a noi una spessa nuvola si leva lentamente come una cortina bianca che sale e che sorge dalla terra. Avanziamo ancora qualche passo, naso e bocca avvolti, per non essere soffocati dallo zolfo, ed all’improvviso, davanti ai nostri piedi, si apre un prodigioso, uno spaventevole abisso, di quasi cinque chilometri di circonferenza. “La bestia è calma, e dorme in fondo, tutt’in fondo. Solo la pesante fumata sfugge dal prodigioso fumaiolo alto 3312 metri.”

Gui De Maupassant, 1883

Una tra le tante testimonianze di chi ha posato gli occhi sulla imponente mole dell’Etna, il vulcano che connota il profilo altimetrico della Sicilia, segnandone in maniera inequivocabile il destino tellurico. Dopo aver visitato Catania, a settembre del 2022, ed aver ben compreso cosa significhi convivere con un vulcano e le sue attività, ci avviciniamo ora alla sua vetta, facendo base a Taormina, luogo magico, abbracciato al mare e nel contempo adagiato alle propaggini estreme delle valli che scendono dall’Etna.

Messina, città martire di un terrificante terremoto, risorta salvando, nonostante tutto, la sua storia.

Randazzo, città medievale plasmata da bizantini, arabi, normanni, dalle architetture laviche in cui si fondono inevitabilmente, tutte le stratificazioni culturali.

Abbazie solitarie, baluardi umani dell’incedere continuo della lava, come l’abbazia di Santa Maria Maniace o la Badiazza a corollario dell’Etna, verso il quale saliremo, compatibilmente con le condizioni ambientali.

Le forre laviche del fiume Simeto, le acque del quale hanno combattuto e modellato la lava dell’Etna.

Taormina e i Giardini Naxos, luoghi di delizia antichi, ove in una atmosfera onirica pare di vedere ancora le vele degli antichi marinai greci solcare le acque.

Altre barche di pescatori tenaci e assurti a fama letteraria, presso Aci Trezza e Aci Castello, in cui è inevitabile l’omaggio a Giovanni Verga.

DESCRIZIONE ITINERARIO

Martedì 21 febbraio – In volo per la Sicilia, Taormina

 

Si parte!

Appuntamento alle ore 9.45 all’aeroporto di Genova Cristoforo Colombo, ai banchi di partenza del volo AZ1384 delle ore 11.20 per Fiumicino; da lì volo AZ1745 delle ore 13.20 in arrivo a Catania per le ore 14.40.

Con bus riservato raggiungiamo Taormina, per la sistemazione in hotel Villa Diodoro, cena e pernottamento, anticipati da una prima visita di orientamento alla città.

Mercoledì 22 febbraio – Messina

 

Colazione del mattino in hotel.

Raggiungiamo, una località panoramica soprastante Messina per una passeggiata che ci condurrà alla Badiazza, Chiesa di Santa Maria della Valle, suggestiva fondazione monastica.

Ci spostiamo a Messina presso il centro storico, per la pausa pranzo, libero.

L’itinerario messinese, condotto nel centro storico consentirà di verificare quanto sopravvissuto al terremoto del primo novecento e quanto, è stato ripianificato.

Dall’area della fontana del Nettuno raggiungeremo la chiesa dello Spirito Santo.

Architetture medievali lasceranno il passo a testimonianze barocche, dalla Cattedrale alla chiesa di Santa Maria Alemanna, dalla chiesa dei Catalani al belvedere del Cristo Re.

Rientro in hotel per cena e pernottamento.

Giovedì 23 febbraio – Randazzo e Taormina

 

Colazione in hotel.

Partenza con bus riservato per trasferimento a Randazzo, per la visita al suo denso centro storico, di matrice medievale, costellato dalla presenza di edifici laici e religiosi tra cui spiccano: la basilica dell’Assunta, la chiesa di San Nicolò e la chiesa di san Martino.

Pranzo libero a Randazzo.

Nel primo pomeriggio rientro a Taormina per la visita dettagliata al suo centro storico e in particolare al teatro antico e al duomo.

Rientro in hotel per cena e pernottamento.

Venerdì 24 febbraio – Etna

 

Colazione del mattino in hotel.

Con guida geologica raggiungiamo con il bus il punto di attacco del sentiero di Serracozzo (o percorso equivalente) per la salita alle pendici dell’Etna, nelle aree consentite in base alle condizioni di attività vulcanica.

Il percorso prescelto ed individuato dalla guida prevede circa 500 metri di dislivello in salita per un totale di circa 15 km, pranzo in corso di escursione, al sacco.

Maggiori indicazioni saranno fornite ai partecipanti in base all’evoluzione della situazione ambientale.

Rientro in hotel per cena e pernottamento.

Sabato 25 febbraioForre del Simeto, Giardini Naxos

 

Dopo colazione si parte in bus per la valle del Simeto dove con facile passeggiata e guida geologica, visiteremo le forre del Simeto, in prossimità di Bronte, in paesaggio aspro e selvaggio in cui non manca l’azione incessante dell’addomesticazione antropica.

Pranzo al sacco in corso di escursione.

Sulla via del ritorno tappa all’Abbazia di Santa Maria Maniace, del XII secolo, ma divenuta residenza inglese nel Settecento ed oggi sede museale.

Ultima tappa della giornata Giardini Naxos, per la visita al centro storico.

Rientro in hotel per cena e pernottamento.

Domenica 26 febbraio – Aci Trezza e Aci Castello e rientro

 

Colazione del mattino in hotel.

La mattinata è dedicata ai borghi marinai di Aci Trezza e di Aci Castello, scenario letterario dei Malavoglia, ma dotati di una loro peculiare bellezza.

Raggiungiamo poi l’aeroporto di Catania per partenza alle ore 14.10 con volo AZ1736 per Fiumicino e prosecuzione con volo AZ1391 in arrivo a Genova alle ore 18.30.

Pranzo libero in aeroporto.

Per maggiori informazioni scarica il programma dettagliato

SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO

CONDIVIDI!

CONTATTACI

    TRASPORTI

    SI PARTE DA GENOVA:

    Ħ Genova – Aeroporto Cristoforo Colombo, appuntamento ore 9.45

    SI PARTE DA MILANO:

    E’ possibile per chi lo desideri, partire da Milano Linate e ricongiungersi al gruppo a Fiumicino e/o Catania aeroporto. La quota di partecipazione sarà ricalcolata in base al diverso piano di volo.

    QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 1360 euro

    Gruppo minimo 20 partecipanti

    SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA: 200 euro

    ACCONTO: 500 euro

    Prenotazione immediata, necessaria sino ad esaurimento posti disponibili

    Saldo entro il 5 febbraio 2022

    LA QUOTA COMPRENDE

    • voli a/r Genova – Catania
    • bus riservato per escursioni giornaliere
    • sistemazione in camera a due letti in hotel ****
    • colazioni, cene in hotel, bevande escluse
    • illustrazioni storiche e culturali a cura di Flavia Cellerino
    • gli ingressi nei monumenti esplicitamente citati in programma, guide locali e geologiche ove necessarie
    • sistema di microfonaggio
    • polizza assicurativa “medico-bagaglio-annullamento”

    LA QUOTA NON COMPRENDE

    • Gli extra in genere, i pasti di mezzogiorno,  le bevande, le mance